logo castello

Piazza Roma, 1 - 23030 Castello dell'Acqua (SO)
P.iva 00097770143 - C.F. 80001970146
C.u. UFG5W3 - Tel. 0342482206
Pec. comune.castellodellacqua@pec.regione.lombardia.it
Mail: info@comunecastellodellacqua.gov.it

Le chiese

CHIESA PARROCCHIALE (Chiesa di San Michela Arcangelo)

Situata a 664 m.s.l., nel centro del paese questa enorme Chiesa è facilmente individuabile da chi percorre la SS38. Per arrivare alle origini di questa Chiesa bisogna risalire al lontanissimo 1427 quando fu eretta a parrocchia. Nei pressi della Chiesa, ovvero sull'atrio della Casa parrocchiale, vi è una scritta che ricorda molto bene l'evento e che si consente di avere una data ben precisa di nascita: 20 settembre 1427.

Leggi tutto

La storia

Castello dell’Acqua territorio prevalentemente boscoso adagiato sulle pendici orobiche della Valtellina di mezzo, raggiunge l’autonomia istituzionale solo nel XIX secolo, il 10 Gennaio 1858, avendo condiviso fino ad allora le vicende storiche della vicina comunità di Chiuro di cui era parte integrante.
Nel 1239, con un documento a rogito Viviano Giudice di Carate notaio, i fratelli Gabardo e Corrado Venosta Match si assegnano i feudi di Artuico Egenone. In questo periodo, nell’area che si estende da Ponte-Chiuro ad Albosaggia-Faedo primeggiava la famiglia dei Quadrio, in Castello domina la famiglia Dell’Acqua, da cui la denominazione tutt’ora esistente di Castello dell’Acqua.

Leggi tutto

Il sentiero etnografico

Punti di interesse:
lcontrade caratteristiche, Pila, Mulino, Fucina.
Difficoltà: escursionistica
Dislivello: 304 metri
Tempo di percorrenza:
Fucina Cavallari (384 m.)
Nesina (579 m.) h. 0,45
Paiosa (690 m.) h. 1,30
Cortivo (460 m.) h. 2,00
Le Pile (504 m.) h. 2,30
Fucina Cavallari (384 m.) h. 3,00
Periodo consigliato: da marzo a ottobre

Leggi tutto

La fucina cavallari

La fucina è stata in funzione per più di due secoli: un laboratorio artigiano a suo modo alquanto specializzato e, per quanto semplice, attrezzata con accorgimenti tecnologici veramente interessanti. Questo è il risultato che si ottiene quando l'intellligenza e lo spirito d'osservazione si sposano in modo fecondo con l'abilità e l'esperienza delle generazioni che qui si sono succedute nella fatica e nel sudore.

Leggi tutto

Gli affreschi

Le immagini devozionali erano molto diffuse nel nostro territorio: erano realizzate sulle abitazioni affinchè le proteggessero; erano lungo i sentieri che conducevano ai
luoghi del lavoro agricolo, campi, boschi, maggenghi ed alpeggi; erano lungo i percorsi dei pellegrini.

Leggi tutto

Dati geografici

Altitudine: 664 s.l.m
Superficie: 13 km²
Abitanti: 700
Densità: 54 ab/km²
Comuni contigui: Chiuro, Ponte in Valtellina, Teglio
CAP: 23030
Pref. telefonico: 0342
Codice ISTAT: 014014
Codice catasto: C186
Nome abitanti: Castellani
Santo patrono: San Michele
Giorno festivo: 29 settembre

Castello dell'Acqua

Castello dell'Acqua si trova sul versante orobico della media Valtellina, ai piedi del Pizzo Coca (3052 metri) e del Pizzo del Diavolo (2926 metri) ed è delimitato ad est dalla Val Malgina e a ovest dal torrente Armisa. Grazie alla favorevole posizione orografica, i nuclei abitati si sono insediati in numerose contrade collegate fra loro da comode strade e da una fitta rete di sentieri lungo i quali si possono trovare frammenti di vita rurale e riscoprire antiche tradizioni dell'arte contadina.
Mulini, pile, una fucina, affreschi di carattere religioso, baite rurali, castagneti e paesaggi naturalistici costituiscono la cornice che accompagna il visitatore nella quiete di questo territorio.

Comune Castello dell'Acqua

Seguici anche su:

Collegamenti rapidi

Orari di apertura

  • da Lunedì a Sabato
  • 08.30 - 12.00
  • Mercoledì
  • 13.00 - 16.30